ENGLISH ... OF COURSE

Inglese alla Scuola San Martino

Alla San Martino già dai primi anni della scuola dell’infanzia vengono proposti percorsi che permettono ai bambini di acquisire familiarità con la lingua inglese, consapevoli che il sentirsi a proprio agio con tale lingua sarà sempre più necessario per un adeguato inserimento nel mondo contemporaneo.

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Nelle due sezioni della Scuola dell’Infanzia sono presenti due maestre, delle quali una è specialista di lingua inglese.

Tale lingua viene proposta secondo le Indicazioni Nazionali che affermano:” I bambini, se opportunamente guidati, possono familiarizzare con una seconda lingua, in situazioni naturali di dialogo, di vita quotidiana, diventando progressivamente consapevoli di suoni, tonalità, significati diversi”.

Il percorso ordinario della classe contemplerà canzoncine, filastrocche, consegne che richiedono risposte corporee, ecc. direttamente in lingua inglese per renderla familiare nella comprensione e nell’espressione.

 

SCUOLA PRIMARIA

  1. Attività curriculari

Lo studio della lingua inglese aiuta l’alunno a riconoscere che esistono diversi sistemi non solo linguistici, ma, e soprattutto culturali. L’alunno nel suo percorso di studi diventa man mano “ consapevole della varietà e molteplicità di strumenti che ogni lingua offre per pensare, esprimersi e comunicare”.

Nello specifico, nel percorso di studi della scuola primaria, il bambino si approprierà, attraverso strumenti e strategie che differiscono classe per classe, del sistema linguistico inglese; attraverso paragoni e confronti con la lingua madre, il bambino potrà ampliare e imparare ad utilizzare le nuove componenti linguistiche e culturali cogliendo aspetti salienti, comuni o non, tra la lingua madre e la lingua straniera.

L’insegnante, sin dal primo anno di ciclo primario, interagisce con gli alunni usando la lingua inglese: questo permetterà di avere una completa immersione nella nuova lingua e favorirà l’apprendimento di strutture via via sempre più complesse con naturalezza e facilità.

Le ore dedicate a questa attività si svolgono durante le ore del mattino e sono :

Classe prima e seconda: due ore settimanali

Classe terza e quarta: tre ore settimanali

Classe quinta:quattro ore settimanali

Alla fine del percorso, in classe quinta,ai bambini viene data l’opportunità di ottenere una certificazione europea attraverso l’esame Trinity in lingua inglese.

 

  1. Inglese nel laboratorio: 2 ore settimanali

Oltre all’inglese curricolare, che si svolge nelle ore del mattino, i bambini, accompagnati da specialisti di lingua inglese, frequentano due ore di Clil, ossia un laboratorio che prevede percorsi in lingua inglese.

Questa attività, che rientra nell’orario curricolare della scuola, pertanto obbligatoria, affronta ogni anno un tema diverso, usando come modalità di comunicazione la lingua inglese. In tal senso la lingua straniera diventa mezzo e non fine.

Alla fine dell’anno scolastico i bambini accompagnati dalle maestre, specialiste della lingua inglese, hanno sempre l’attenzione di preparare una mostra, un’attività che riassuma tutto il lavoro fatto, quello che noi chiamiamo “Intrapresa guidata”, ossia la realizzazione di un prodotto che faccia memoria di tutto il cammino di apprendimento. È un passo importante: si raggiunge una meta! Il bambino, guardando indietro, deve rivedere i singoli passi del suo cammino, nello specifico ricordare parole e usi della lingua inglese come esplicitazione di un lavoro svolto.

Per l’anno 19/20 il laboratorio in lingua inglese analizzerà le forme e i colori nell’arte, dall’Impressionismo alla Pop art. Le lezioni si prefiggono l’obiettivo di rendere l’inglese lingua di comunicazione applicata, in questo caso, non alla grammatica, ma alla comprensione orale e scritta di semplici testi. I bambini applicheranno le conoscenze di “vocabulary” acquisite nelle ore di inglese del mattino per creare i propri dipinti (utilizzando colori e forme), per presentare alla classe i lavori svolti in gruppo e per rispondere a domande relative agli artisti presi in considerazione.

 

  1. After school classes

Nei pomeriggi di mercoledì, giovedì e venerdì è possibile seguire un’attività facoltativa, finalizzata oltre che all’assistenza allo svolgimento dei compiti ad una modalità di “utilizzo” familiare della lingua inglese: l’after school classes.

Le insegnanti, durante questi pomeriggi, usano come lingua principale l’inglese, tutte le proposte, dal gioco alla mensa, alla comunicazione vengono proposte attraverso la lingua straniera.

Durante l’after school classes oltre a specialisti di inglese è sempre presente un’insegnante madrelingua, sia durante la mensa che per tutte le ore di permanenza a scuola. I bambini imparano così a comunicare tramite la lingua inglese e ad utilizzare queste competenze sia nell’ascolto della story telling (listening)sia nel theater time (speaking). I bambini stessi leggeranno il testo , impareranno la loro parte, creeranno costumi e canteranno sempre in lingua inglese, per poi presentare questo lavoro ai genitori sotto forma di recita durante la festa di fine anno.

Questa proposta, nata qualche anno fa da una buona intuizione delle maestre, sta diventando sempre di più un momento riconosciuto come importante sia dai bambini che dai genitori.